Fra Nord e Sud: L'attrazione del suono - Suonodonne Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fra Nord e Sud: L'attrazione del suono

Progetti > Progetti Realizzati > Fra Nord e Sud


Festival Fra Nord e Sud, edizione III


L’attrazione del suono


Il Festival
“FRA NORD E SUD”, dedicato a musiche di Donne Compositrici italiane e svizzere organizzato dall’associazione Suonodonne Italia, già attuato con successo due volte a Roma e Berna, si è svolto la terza volta a Milano il 17 e 18 giugno 1997, presso il Centro Svizzero, con il titolo «L’attrazione del suono» e si è proposto di trasmettere al pubblico la nuova musica come avvenimento ed esperienza, condivisibile da tutti, mirando al recupero del perduto fascino dell’attrazione sonora.

Il Festival si è articolato in due concerti dedicati a due generazioni diverse di compositrici e improntati quindi a stili diversi: il primo più tradizionale era un omaggio a Margrit Zimmermann (compositrice svizzera che ha studiato composizione al Conservatorio di Milano) per il suo 70° compleanno, e a Matilde Capuis compositrice italiana di fama internazionale della cui intera opera la Casa Editrice tedesca “Furore Verlag” sta ultimando la pubblicazione; il secondo, dedicato alla nuova generazione, in stile più sperimentale pur senza escludere il tradizionale, vedeva ospiti le compositrici italiane
Beatrice Campodonico, Silvia Bianchera, Barbara Rettagliati e Chiara Benati, e le svizzere Patricia Jünger, Sylwia Zytynska ed Esther Roth, quest’ultima già attiva in Milano.

Le musiche in programma, nella varietà delle opere e formazioni proposte - dal Quartetto classico alle Forme musicali moderne, dal Duo ai più variegati Ensemble da camera - privilegiavano il suono come fonte di attrazione e godimento per un pubblico sensibile, non necessariamente specialista. Il secondo concerto, grazie a strumenti non usuali, era di particolare interesse per le sonorità ricercate.

Erano esposti in sala alcuni quadri di Françoise Weddigen, artista svizzera che vive a Roma, autrice anche delle poesie ispirate e intercalate alle musiche in programma.


Martedì 17 giugno 1997
ore 21 1° CONCERTO


Margrit Zimmermann

  • Quartetto per archi op. 7 N. 1

  • Fantasia per flauto e chitarra

  • Dialogo op.38 per flauto e pianoforte

  • Orphische Tänze per flauto, clarinetto, viola,violoncello e pianoforte


Matilde Capuis

  • Quartetto per archi in do diesis minore


Interpreti:
Marianne Aeschbacher
Egidius Streiff violini
Mariana Doughty viola
Tobias Moster violoncello
Rose-Marie Soncini
flauto
Jürg Frey clarinetto
Maria Vittoria Jedlowski chitarra
Esther Flückiger pianoforte


Mercoledì 18 giugno 1997, ore 21 2° CONCERTO


Beatrice Campodonico

  • Collage per sax, chitarra el. e a., marimba e pianoforte (arr.: Esther Flückiger)

Esther Roth

  • Omaggio a Ravel per sax, chitarra el., marimba e pianoforte.

Patricia Jünger

  • Zeitläufig per 2 percussionisti

Silvia Bianchera

  • Pulsioni per sax, chitarra, marimba e pianoforte

Chiara Benati

  • Di lievi rintocchi per chitarra e pianoforte

Sylwia Zytynska

  • Wehend per marimba

Barbara Rettagliati

  • Per Quattro per sax, chitarra el., marimba e pianoforte


Interpreti: CAMERA APERTA
Marcus Weiss sassofono
Maurizio Grandinetti chitarra a. ed el.
Sylwia Zytynska percussioni
Esther Flückiger pianoforte

Ospite:
Matthias Würsch percussioni

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu